Blog: http://piertorri.ilcannocchiale.it

Il contrappasso della Juventus.

Che sia giusto no, quello no. Non è giusto che una squadra di calcio subisca a torto sistematici errori arbitrali. Non lo è stato mai giusto. Solo che per dieci anni i tifosi bainconeri non se ne rendevano conto e si nascondevano dietro al "siamo la squadra più forte, più continua. Vinciamo perchè abbiamo gli Zidane, i Nedved i Trezeguet". Il che è anche vero, ma che non giustifica il trattamento di favore lungo 10 anni. E lo sia detto senza odio tifoso. Ieri il Napoli ha vinto per 3 a 1 contro la Juventus con due rigori inesistenti. Due tuffi clamorosi, uno di un ex (Zalayeta). Giocatori della Juventus incazzati, il presidente Cobolli Gilli infuriato. Un po' come Galliani qualche giorno fa, un po' comei giocatori del Milan che si ritengono vittime di chissà che cosa da parte degli arbitri. Insomma le due squadre che hanno dominato gli anni Novanta si ritrovano a dover subire le indecisioni degli arbitri. E' il contrappasso di anni di favoritismo. Ingiusto, ma è così.

Che sia utile per i tifosi juventini, che faccia loro capire cosa si prova a stare dall'altra parte. Perchè è più facile correre in discesa, quando agli altri è concesso al massimo la pianura dell'imparzialità.

L'unica differenza è che non si griderà, quest'anno, allo scandolo, a arbitri taroccatori. Perchè non ce ne sono. Non ci sono connivenze. Ci sono solo arbitri che sbagliano,c ome hanno sempre sbagliato, ma ch se proprio devono scegliere, danno il torto alle ex grandi del calcio dei Novanta. E' già un passo in avanti, almeno si è estirpata la mafia che scriveva a tavolino il comportamento degli arbitri, sempre pro-juve.

Che poi la storia degli arbitri anti-juve è decisamente una cazzata. basta avere la memoria più lunga dei dirigenti juventus, dei suoi giocatorie di alcuni dei tifosi. Basta ricordarsi il derby col Torino e la trasferta a Firenze.

Pubblicato il 28/10/2007 alle 11.59 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web